Grande successo della Prima "Giornata nazionale contro la corruzione in sanità"

Grande successo della Prima "Giornata nazionale contro la corruzione in sanità" - ETICA & SANITA'

La prima “Giornata nazionale contro la corruzione in Sanità” ospitata lo scorso 6 aprile al Tempio di Adriano di Roma è stata un successo. ISPE-Sanità, insieme ai partner di Transparency International Italia, Censis e Rissc, rivendica di essere stata capace di aumentare la consapevolezza intorno al fenomeno della corruzione e degli sprechi nel comparto sanitario.

L'iniziativa non sarebbe riuscita senza il fondamentale apporto dell'Associazione italiana medici, del Segretariato italiani giovani medici, del Segretariato italiano studenti di Medicina e di Cittadinanzattiva-Tribunale del malato. Realtà che sono state capaci di organizzare oltre quindici postazioni operative in altrettante province del Paese. Un'alleanza determinata a costruire un muro sempre più altro contro la corruzione e a difendere l'universalismo del Servizio sanitario nazionale.

Twitter, Instagram e Facebook sono stati inondati da contenuti pubblicati con l'hashtag #Curiamolacorruzione. Medici, utenti e cittadini si sono fatti ritrarre mentre aggiungevano il loro mattoncino sul muro contro la corruzione. Un fenomeno virale che ha permesso all'hashtag di raggiungere il terzo posto nei trend topics di Twitter. I territori hanno quindi chiesto a gran voce interventi per combattere e prevenire in maniera efficace il malaffare. L'attuale normativa non sembra infatti capace di rappresentare un valido argine contro corrotti e corruttori.

La “Giornata nazionale contro la corruzione” rappresenta comunque solo il primo passo di un lungo cammino. ISPE-Sanità continuerà ad impegnarsi quotidianamente con dedizione. Abbiamo attivato una serie di progetti che ci permetteranno di entrare in contatto con gli operatori che quotidianamente sono esposti alle condotte dei corruttori nelle corsie e negli uffici delle amministrazioni. Siamo convinti che la formazione basata sull'etica di sanità pubblica sia fondamentale per contribuire a sconfiggere il fenomeno. Per questo, nei prossimi mesi, incontreremo i dipendenti delle cinque aziende sanitarie che hanno deciso di aderire al progetto “Curiamo la corruzione” e che sperimenteranno una serie di strumenti e accorgimenti volti a contrastare i reati contro l'amministrazione sanitaria. Lezioni ed occasioni di formazione che ci impegniamo a portare anche in altre aziende sanitarie. 

Vi invitiamo a seguirci su Facebook per essere sempre aggiornati sui nostri progetti e attività.

Scarica il Rapporto presentato durante la Giornata

 

LIBRO BIANCO SULLA CORRUPTION IN SANITA'

LIBRO BIANCO SULLA CORRUPTION IN SANITA' - ETICA & SANITA'

A Settembre 2014 abbiamo pubblicato la versione definitiva del LIBRO BIANCO ISPE-Sanità, il primo testo che affronta in modo multidisciplinare, olistico ed analitico il drammatico problema della Corruption diffusa in Sanità. Analisi del fenomeno corruttivo in Sanità e proposte per il suo contrasto, questi i contenuti del LIBRO BIANCO.

LE NOSTRE PROPOSTE ANTI-CORRUZIONE

Corrompere in Sanità equivale ad uccidere, farlo su larga scala equivale a compiere una strage!

Per questo proponiamo (magari in via termporanea) leggi speciali contro la corruzione in Sanità. Le nostre proposte:

1.DASPO A VITA, ovvero esclusione a vita da ogni ruolo pubblico in Sanità e da ogni rapporto con la Sanità Pubblica per coloro che sono stati condannati in via definitiva per reati di corruzione e concussione in Sanità
2.AGENTI PROVOCATORI: Introduzione in Sanità degli «agenti provocatori» per la verifica dell’integrità del Management della PA sanitaria
3.MOZIONE ROBIN-HOOD, ovvero la confisca per equivalente ai corrotti in sanità, con i proventi che vanno a finire in un fondo di tutela per gli whistleblower in Sanità
Francesco Macchia - Presidente ISPE-Sanità

Perchè l'etica?

L'ISTITUTO PER LA PROMOZIONE DELL'ETICA IN SANITA' si propone di contribuire al miglioramento del nostro sistema sanitario veicolando ed affermando i principi etici nella pratica di Sanità Pubblica, secondo il motto: «ETICA IN PRATICA, NELLA SANITA’»

A nostro avviso l’ETICA, la leva della morale individuale, rappresenta infatti la chiave di rilancio dell’intero settore sanitario: un granello in più di senso etico in ciascun operatore ad ogni livello dell’organizzazione sanitaria può concorrere all’efficienza del sistema più di qualsiasi riforma. Ciò è tanto più vero in un contesto sanitario a macchia di leopardo, ma sano nelle sue fondamenta e nei livelli di salute prodotta, come quello italiano.

Siamo consapevoli della difficoltà oggettiva dell'obiettivo che ci siamo dati ma riteniamo che il tempo sia giunto, che la crisi che stiamo vivendo lo impongam che la nostra Sanità sia pronta per un importante salto culturale e che essa possa diventare un modello positivo per l'intero Paese.

ISPE-Sanità non vuole proporre l’Etica come soluzione “buona” o “giusta” ovvero morale, ma come l’unica soluzione razionale ed efficiente, e conveniente per tutti gli attori. L'Etica quindi come necessità ormai, anche economica.

L'Etica come risposta ai sempre più diffusi episodi di corruzione in Sanità ma anche, e forse soprattutto, ai fenomeni di "legal corruption" così come sono definiti quegli atti, al limite della illegalità, di inefficienza arbitraria o misuso delle risorse pubbliche. La promozione dell'Etica quindi come complemento, ed idealmente sostituto, degli strumenti legislativi a contrasto di tali fenomeni.

Giornata nazionale contro la corruzione in sanità

Giornata anticorruzione

 
ETICA & SANITA'

partner di

partner di - ETICA & SANITA'

ETICA & SANITA'