Home » International - ISPE & EHFCN

International - ISPE & EHFCN

L'impegno di ISPE-Sanità nello EHFCN. Orgogliosi di rappresentare l'Italia

L'impegno di ISPE-Sanità nello EHFCN. Orgogliosi di rappresentare l'Italia - ETICA & SANITÀ

ISPE-Sanità è entrata ufficialmente nello European healtcare Fraud & Corruption network-EHFCN. La più importante organizzazione europea che si occupa di prevenzione dei reati e delle frodi contro le amministrazioni sanitarie e le aziende che operano nel comparto. ISPE-Sanità rappresenterà ufficialmente l'Italia, così come deciso dai vertici di EHFCN dopo una fase di verifica e confronto. Realtà che raggruppa ministeri della Salute, agenzie statali che si occupano di sanità e organismi di categoria del mondo delle assicurazioni. Molti Sistemi sanitari europei hanno infatti un assetto “misto” o “assicurativo”: ordinamenti in cui lo Stato si occupa solo di garantire livelli omogenei di assistenza sul territorio nazionale.

EHFCN ha particolarmente apprezzato il lavoro svolto da ISPE-Sanità negli ultimi anni. I vertici dell'Ong hanno valutato molto positivamente la nostra dinamicità e l'approccio multidisciplinare. In pochi Paesi europei sono presenti associazioni o enti capaci di favorire la collaborazione tra le varie autorità deputate al contrasto della corruzione. Le caratteristiche che hanno portato alla redazione del primo “Libro Bianco sulla corruption in Sanità”: volume unico nel suo genere nel panorama continentale. Anche il contesto nazionale presenta elementi di tipicità: si rintracciano infatti diversi tipi di corruzione. Nelle Regioni più ricche del Paese assistiamo a una vera e propria “corruzione organizzata” e sofisticata, nel Mezzogiorno ci si deve occupare di reprimere e prevenire atti di “piccolo cabotaggio” o mazzette elargite per l'assegnazione di appalti. Condotte che, a dire il vero, costellano le attività contrattuali della pubblica amministrazione in questi territori.

L'impegno di ISPE-Sanità attraverso l'azione di un organismo internazionale rappresenta una straordinaria opportunità di rafforzamento della lotta contro corrotti e corruttori sul territorio nazionale. Dobbiamo infatti attingere da quelle che sono le “buone pratiche” adottate nel resto del Vecchio Continente per aumentare la qualità dell'azione dell'amministrazione sanitaria nel suo complesso. Faremo poi il massimo per esportare quanto di buono viene realizzato in Italia. I progetti che stiamo animando, su tutti “Curiamo la corruzione”, dimostrano quanto sia forte la voglia di combattere i reati che finiscono per sottrarre miliardi ai malati ricoverati negli ospedali e alla persone più deboli e indifese. Al primo posto continueremo quindi a porre le eccellenze del nostro Servizio sanitario nazionale e le potenzialità dei singoli operatori.

Insieme ai nostri partner europei inizieremo a lavorare per capire se la nuova direttiva comunitaria sulla sanità transfrontaliera sia in grado di favorire episodi di corruzione o di fare da stimolo all'organizzazione di truffe ai danni dei Servizi sanitari nazionali. Il primo capitolo di un lungo impegno internazionale che ci vedrà protagonisti.

Gli organi direttivi di EHFCN ci hanno detto che sino al nostro ingresso l'Italia era vista come una “zona grigia” nel contesto europeo. Siamo contenti di aver colmato questa lacuna e di avere l'opportunità di rappresentare il nostro Paese. Lo faremo sempre con dignità e onore. Così come imposto dalla nostra Costituzione.

ETICA & SANITÀ

partner di

partner di - ETICA & SANITÀ

ETICA & SANITÀ